X
<
>

Agostino Miozzo

Tempo di lettura < 1 minuto

LA questione del Commissrio alla Sanità Calabrese sta diventando un nodo esplosivo per la credibilità del Governo. Dopo l’ennesima fumata nera avutasi ieri (LEGGI) e malgrado la disponibilità annunciata da Luigi Varratta (LEGGI) si riaccende la discussione in seno al Governo, con una forte contrapposizione tra l’area del Pd e quella del Movimento Cinquestelle.

Una serie di veti incrociati, in sostanza ha fatto cadere tanto la proposta di Narciso Mostarda, dirigente dell’Asl 6 di Roma sponsorizzato dal Partito Democratico, quanto quella dello stesso Varratta, già prefetto di Firenze ma con un passato anche a Crotone e Reggio Calabria, suggerito dal Movimento Cinquestelle.

In questa sorta di stallo infinito si inserisce una proposta che potrebbe superare le resistenze di entrambe le parti in campo. Il coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico nonché Coordinatore dell’Ufficio Promozione e integrazione del Servizio nazionale della protezione civile del Dipartimento della protezione civile, Agostino Miozzo, sarebbe stato, infatti, contattato dal Governo per capire fosse disponibile ad assumere l’incarico in Calabria.

La decisione ormai dovrebbe essere imminente (anche se lo stesso Giuseppe Conte l’aveva data per certa per ieri sera – LEGGI) e Miozzo sembra anche ben disposto. Con una battuta a 24Mattino, infatti, il coordinatore del Cts ha detto: «È da ieri notte che ne stiamo parlando e (mia moglie, ndr) mi ha terrorizzato dicendomi “non ti permettere di dire che ho qualcosa contro la Calabria”, quindi nel caso – ha concluso Miozzo – lei sarebbe d’accordo»

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA