Tempo di lettura 2 Minuti

Messa in atto dal Movimento 14 luglio

ROSARNO (REGGIO CALABRIA) – È stato tolto il blocco alla circolazione dei treni attuato da un centinaio di manifestanti appartenenti al Movimento 14 luglio di Nicotera che avevano occupato i binari per protestare contro l’inquinamento marino del litorale e dell’acqua potabile.

A sbloccare la situazione è stata una mail con la quale la Regione Calabria ha convocato i rappresentanti del movimento per domani nella sede della cittadella regionale a Catanzaro. «Al momento la circolazione dei treni sulla linea Paola Reggio Calabria – è detto in una nota delle Ferrovie dello Stato – sta tornando alla normalità. In seguito all’occupazione dei binari i convogli in transito hanno registrato ritardi medi di oltre due ore (con punte massime fino a 160 minuti), cancellazioni e limitazioni nel percorso»

La protesta 

Circolazione dei treni bloccata sul versante tirrenico della Calabria, a Rosarno, a causa di una manifestazione di protesta del «Movimento 14 luglio» di Nicotera (Vibo Valentia). I manifestanti, un centinaio circa, hanno da mesi intrapreso una protesta contro l’inquinamento marino del litorale lamentando, inoltre, la non potabilità dell’acqua.

I manifestanti, dopo avere annunciato un sit-in nella sede della Cittadella regionale a Catanzaro, hanno cambiato idea dirigendosi nella stazione ferroviaria di Rosarno dove hanno occupato i binari bloccando così il transito dei treni. I componenti del «Movimento 14 luglio» chiedono, in particolare, un incontro urgente con il presidente della Giunta regionale della Calabria, Mario Oliverio, allo scopo di affrontare e risolvere definitivamente i problemi dell’erogazione idrica di Nicotera. Sul posto polizia e carabinieri che stanno mediando con i manifestanti e con la Regione per tentare di far rimuovere il blocco.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •