X
<
>

Condividi:

In Irpinia sono il 63% i ragazzi che hanno ricevuto la prima dose, 19.544 e mentre 13.730 per la seconda. In termini percentuali, su un totale di 31mila. A essere completamente immunizzati sono il 45.77 per cento dei ragazzi. E la cosa preoccupa soprattutto in vista della riapertura delle scuole.

Per questo il Governo cerca di accelerare. Passato Ferragosto, tutti i ragazzi tra i 12 e i 18 anni potranno vaccinarsi contro il Covid con Pfizer e Moderna senza dover effettuare la prenotazione: il Commissario per l’emergenza Francesco Figliuolo ha scritto alle Regioni una lettera chiedendo per loro una «corsia preferenziale » in vista della ripresa della scuola a settembre, con l’obiettivo di immunizzare quel milione e 600mila ragazzi che non hanno fatto neanche una dose. Una decisione attesa e condivisa da tutti – il governo lo aveva stabilito nella cabina di regia del 5 agosto, prima del Consiglio dei ministri che ha reso obbligatorio il green pass per scuola e trasporti a lunga percorrenza, questi ultimi a partire dal 1 settembre – che arriva con gli scienziati e gli esperti invece divisi sulla possibilità, tra qualche mese, di vaccinare anche i bambini al di sotto dei 12 anni.

Spingere sui giovani consentirà quindi non solo di riprendere la scuola in presenza, ma anche di avvicinarsi sempre più all’obiettivo annunciato dal governo per fine settembre e riconfermato da Figliuolo: aver vaccinato l’80% della popolazione over 12, vale a dire circa 43 milioni di italiani. Ne mancano 8, visto che sono 35 milioni gli immunizzati. . Per questo le Regioni devono ora organizzare le vaccinazioni dei 12-18enni predisponendo «corsie preferenziali » e «senza preventiva prenotazione».

Mavaccinare gli under 18 è importante anche per un altro motivo : far ripartire senza restrizioni tutto lo sport di base. Somministrare le dosi ai giovanissimi, scrive il Commissario, avrà «risvolti positivi anche per incentivare la ripresa in sicurezza sia delle attività sportive sia di quelle finalizzate a garantire il maggiore benessere psicofisico per i più giovani». Ovvio che, aggiunge, dovranno essere immunizzati anche tutti gli allenatori e il personale tecnico che opera negli impianti e nelle associazioni sportive.

Ma quanti sono i giovanissimi non ancora vaccinati? In base ai dati sul sito del governo, i ragazzi tra i 12 e i 19 anni sono complessivamente 4.627.514 di cui 2.322.000 hanno tra 16 e 19 anni e 2.305.514 tra 12 e 15. Ad oggi hanno completato il ciclo vaccinale 1.087.646 ai quali vanno però aggiunti 1.898.333 ragazzi che hanno già fatto la prima dose e completeranno il ciclo entro la fine di agosto.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA