Tempo di lettura 2 Minuti

Avellino – Ripristinare il residenziale e realizzare la community farm. Comune e associazioni per l’autismo tirano dritto lungo la stessa strada e suggellano un patto per tutelare il centro di Valle, ad Avellino. I lavori per il completamento del centro per l’autismo sono quasi ultimati, ma serviranno delle modifiche per ripristinare il progetto iniziale. E’ quanto emerso dall’incontro che si è tenuto in mattinata a Palazzo di Città tra le associazioni che si occupano di autismo e le commissioni “Lavori Pubblici” e “Politiche Sociali”. Soprattutto le prime parti hanno sottolineato come, le modifiche intervenute, abbiano finito per stravolgere l’essenza del centro.
“La parte destinata al residenziale è stata trasformata per ospitare gli ambulatori, mentre laddove doveva sorgere la community farm è stato messo un parcheggio”, spiega Elisa Spagnuolo portavoce di Aipa. “Ai ragazzi autistici non servono gli ambulatori, ma il residenziale – sottolinea. Senza community farm quella struttura perde di significato”, aggiunge. Dall’altro alto, l’ente di Piazza del Popolo si è detto pronto ad intervenire per ripristinare quelle funzioni iniziali, mentre la prossima settimana verrà convocata anche l’Asl a Palazzo di Città per un confronto sulla struttura di Valle, come spiegano i due presidenti di commissione, Gerardo Melillo e Antonio Cosmo. “I lavori sono quasi ultimati e le modifiche non richiederanno tempo. La vera questione è come verrà gestito il centro, per questo vogliamo capire le intenzioni dell’Asl”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •