X
<
>

Condividi:

Sono 1.573, di cui 377 sintomatici, i nuovi positivi al Covid in Campania su 15.289 tamponi molecolari processati: così i dati dell’Unità di crisi. Il tasso di incidenza cala in modo significativo, pur rimanendo ben al di sopra della media nazionale, al 10,28 % contro l’11,68 di lunedì. Sempre molto alto il numero delle vittime, 64 (di cui 28 decedute ieri e 36 risalenti ai giorni precedenti ma registrate in ritardo) così come quello dei guariti, 2.837. Si allenta la pressione sugli ospedali: i posti letto occupati in intensiva sono 163 (-6 rispetto al giorno precedente), quelli di degenza 1.587 E’ questo il quadro che offrono le cifre sull’emergenza Covid in Campania.

Sono stati vaccinati con la prima dose 571.617 cittadini campani, e di questi 244.363 hanno ricevuto la seconda dose. Le somministra – zioni effettuate sono state, in totale, 815.980. Comunque si lavora per accelerare: i box dell’hub allestito alla Mostra d’Oltremare di Napoli, come assicurano dall’Asl Napoli 1, venerdì passeranno dagli attuali 15 a 27, portando la capacità a 4500 dosi al giorno.

“Riteniamo – spiega all’ANSA Ciro Verdoliva, direttore generale dell’Asl Napoli 1 – che Mostra d’Oltremare sia uno degli hub di eccellenza del nostro programma di vaccinazione e abbiamo la certezza che possa reggere questo aumento di box». Intanto dalla Casa del Clero – la struttura che ospita sacerdoti anziani e malati – lanciano un appello all’Asl: fate presto a vaccinarli. Si tratta di sacerdoti in alcuni casi non completa – mente autosufficienti e che attendono la somministrazione del vaccino a domicilio.

L’Unità di crisi della Regione Campania ha acquisito i dati di proiezione settimanale elaborati dal Ministero della Salute e dall’Istituto superiore di sanità “che prevedono per la Campania un Rt pari a 1,31, con intervallo di confidenza tra 1,27 e 1,34”. Un dato che attesta “un nuovo aumento della contagiosità sul territorio regionale”. E’ quanto si legge nell’ordinanza firmata oggi dal presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca contenente “disposizioni di prevenzione sanitaria in vista delle festività pasquali”.

Nella settimana tra il 15 marzo e il 21 marzo il dato dell’Rt per la Campania si attestava all’1,05. Questo aumento della contagiosità, insieme ai “casi di affollamento e assembramenti registrati già nella scorsa domenica ‘delle Palmè in prossimità di alcuni edifici di culto”, ha spinto la Regione Campania a emanare l’ordinanza che, tra le varie disposizioni, vieta l’accesso alla zona del Santuario della Madonna dell’Arco, meta di una nota processione che si tiene tradizionalmente il Lunedì in Albis.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA