Tempo di lettura 2 Minuti

NAPOLI – “Io sono d’accordo con Zingaretti sulla necessità di costruire un partito nuovo. Assistiamo a a processi di sclerotizzazione. Serve una svolta radicale, con alcune avvertenze: cerchiamo di non dare la sensazione di una transizione eterna, abbiamo bisogno di una grandissima apertura perché saremo più forte. Siamo un partito che si apre ai mondi nuovi, altri partiti hanno bisogno di rivedere la loro struttura concettuale, l’uno vale uno . Evitiamo di omologarci con percorsi di altri partiti che si rinnoveranno sotto la guida di Toninelli. Non l’ho scelto io, non ridete…”. Lo ha detto il governatore della Campania Vincenzo De Luca nel corso della plenaria del seminario dem nell’abbazia di San Pastore a Contigliano. Resta in campo e sarà il prossimo candidato anche del Pd in Campania? “Stiamo lavorando per questo”. Prima di lasciare Contigliano il Governatore ha avuto un faccia a faccia con Nicola Zingaretti. Possibile che dopo gli attriti sarà il candidato anche dei 5 stelle? “domandano i cronisti. Io non ho nessun problema, la disponibilità al dialogo è piena ma a partire dai fatti, non dagli ideologismi”. Anche con Di Maio? Stiamo interloquendo con tutti”, la risposta. “Al seminario Dem di Contigliano ho incontrato il segretario Nicola Zingaretti. Con lui un colloquio cordiale, nel quale ho illustrato rapidamente il nostro Piano per il Lavoro, le iniziative preparatorie per le elezioni regionali e per la definizione delle liste”. Lo scrive su Facebook il presidente De Luca. – “De Luca si dice pronto a correre con il Pd, il Pd non vede l’ora di abbracciare i 5 Stelle mentre Valeria Ciarambino comincia a ragionare candidamente sui contenuti di un eventuale accordo coi Democratici: oramai nel centrosinistra non c’è più una forza politica che non sia disponibile a vendersi l’anima pur di spuntarla alle suppletive o alle regionali. Sono terrorizzati”. Lo afferma il coordinatore regionale campano di Forza Italia, Domenico De Siano. “Che fine hanno fatto gli ideali, la coerenza politica e gli impegni assunti con gli elettori? E parliamo di gente che senza alcun imbarazzo si riempie la bocca di ragionamenti sul perché i cittadini si allontanano dalla politica e dalle istituzioni”, conclude De Siano. “Oggi il presidente della Regione Campania De Luca, riferendosi al movimento delle ‘sardine’, dice di apprezzarne l’appello a ‘rifiutare il linguaggio dell’aggressività continua, della tensione continua, a svelenire il clima del dibattito pubblico’, e a ‘riacquistare un senso di civiltà del dibattito, di rispetto tra le persone’. E’ chiaro che De Luca sia contento, in questo modo rimarrà l’unico a detenere il primato dell’aggressività e della tensione continua”. Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Antonio Iannone.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •