X
<
>

Vittorio Feltri

Tempo di lettura < 1 minuto

Gerard Depardieu nel ruolo di se stesso, e così anche lo scrittore Michel Houllebecq sono i protagonisti in accappatoio di un film.

I due, provocatoriamente, affrontano la loro immagine pubblica di magnifici reazionari – “Siamo la vergogna della Francia?” – per rivendicare l’orgoglio di essere i “nemici pubblici” di tutto il coccodè perbenista.

Una bellissima idea questa di Thalasso, la commedia del regista Guillaume Nicloux, e un remake italiano con due figure centrali del dibattito, comunque urge: una è senza alcun dubbio l’imperatrice Maria Giovanna Maglie, l’altro – il nostro Depardieu – è Vittorio Feltri. 


La qualità dell'informazione è un bene assoluto, che richiede impegno, dedizione, sacrificio. Il Quotidiano del Sud è il prodotto di questo tipo di lavoro corale che ci assorbe ogni giorno con il massimo di passione e di competenza possibili.
Abbiamo un bene prezioso che difendiamo ogni giorno e che ogni giorno voi potete verificare. Questo bene prezioso si chiama libertà. Abbiamo una bandiera che non intendiamo ammainare. Questa bandiera è quella di un Mezzogiorno mai supino che reclama i diritti calpestati ma conosce e adempie ai suoi doveri.  
Contiamo su di voi per preservare questa voce libera che vuole essere la bandiera del Mezzogiorno. Che è la bandiera dell’Italia riunita.
ABBONATI AL QUOTIDIANO DEL SUD CLICCANDO QUI.


COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA