X
<
>

Blanco distrugge i fiori sul palco dell'Ariston

Condividi:
1 minuto per la lettura

Il 66% contro il gesto del cantante, 18 milioni di interazioni nella prima serata
Il Festival di Sanremo è sempre più social: sono state oltre 18 milioni le interazioni in rete che si sono registrate nel corso della prima serata, con gli utenti che hanno criticato il gesto del cantante Blanco.

È quanto emerge da una ricerca di SocialCom che, con l’ausilio della piattaforma Blogmeter, ha analizzato per Adnkronos le conversazioni in rete sul tema nella giornata del 7 febbraio.

Nel periodo oggetto dell’analisi sono state registrate 56K mentions (post originali su pagine pubbliche), che hanno prodotto circa 18M di interazioni (reazioni, commenti, condivisioni).

Al momento il sentiment nei confronti della più importante manifestazione canora italiana è negativo al 54,26% ed è influenzato dall’episodio che ha visto protagonista Blanco. Il suo gesto è stato il più commentato della serata e ha determinato un aumento del sentiment negativo di dieci punti percentuali, ribaltando di fatto la percezione generale sul Festival.

Gli utenti hanno ritenuto diseducativo il momento che lo ha visto protagonista sul palco dell’Ariston con la distruzione di alcuni vasi pieni di fiori.

Sull’episodio il 66% degli utenti ha espresso un sentiment negativo. Al contrario, è stato molto apprezzata la figura di Gianni Morandi, che ha registrato un sentiment positivo del 52,8%.

Clicca qui per consultare la ricerca completa


La qualità dell'informazione è un bene assoluto, che richiede impegno, dedizione, sacrificio. Il Quotidiano del Sud è il prodotto di questo tipo di lavoro corale che ci assorbe ogni giorno con il massimo di passione e di competenza possibili.
Abbiamo un bene prezioso che difendiamo ogni giorno e che ogni giorno voi potete verificare. Questo bene prezioso si chiama libertà. Abbiamo una bandiera che non intendiamo ammainare. Questa bandiera è quella di un Mezzogiorno mai supino che reclama i diritti calpestati ma conosce e adempie ai suoi doveri.  
Contiamo su di voi per preservare questa voce libera che vuole essere la bandiera del Mezzogiorno. Che è la bandiera dell’Italia riunita.
ABBONATI AL QUOTIDIANO DEL SUD CLICCANDO QUI.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

EDICOLA DIGITALE