X
<
>

Condividi:
1 minuto per la lettura

TORINO (ITALPRESS) – “La squadra sta bene. Non ci saranno Rabiot e Chiesa. Il primo per un affaticamento al polpaccio ed è meglio non rischiare, mentre il secondo ha avuto un riacutizzarsi del trauma contusivo al ginocchio e verrà valutato nei prossimi giorni”. Così Massimiliano Allegri alla vigilia della sfida contro il Lecce, in programma domani alle 20.45 al Via del Mare. La gara con i giallorossi non fa stare tranquillo il tecnico bianconero, che ci tiene a sottolineare come in casa il Lecce sia una formazione assai insidiosa: “Loro sono una squadra che crea e difende molto bene. Poi nelle ultime quattro hanno anche sempre fatto risultati positivi. Dobbiamo cercare di vincere e non è mai semplice. Domani obiettivo numero uno è non prendere gol, visto che nelle ultime quattro trasferte abbiamo sempre subito una rete. Vincere a Lecce è sempre difficile”. Impossibile non parlare della corsa scudetto, anche se Allegri prova sempre a dribblare le domande che riguardano questo tema: “In caso di successo primo posto? Il nostro obiettivo è la Champions. Dobbiamo sempre pensare passo dopo passo senza cadere nella presunzione e nella troppa euforia”. In settimana tante polemiche sulla dichiarazione ‘Guardie e ladrì: “Era una battuta di un gioco che facevamo da piccoli, noi pensiamo alla qualificazione in Champions. L’Inter sta facendo cose straordinarie ed è la favorita. Noi prima facciamo i punti per la quota Champions e meglio è”. Su Cambiaso e Vlahovic: “Cambiaso è crescito molto e può giocare anche da mezzala. E’ diventato un giocatore importante. Vlahovic sta facendo dei grandi passi in avanti verso la completa maturità”. Infine, sul futuro di Kean: “Al mercato ci pensa la società. Yildiz titolare? Milik sta molto bene. Indipendentemente da chi gioca i più importanti sono quelli in panchina che devono dare un sostegno decisivo a chi parte dall’inizio”.
– Foto: Ipa Agency –
(ITALPRESS).

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

EDICOLA DIGITALE