X
<
>

Condividi:
1 minuto per la lettura

Roma, 18 gen. (askanews) – Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha dichiarato che “un cessate-il-fuoco” a Gaza rappresenterebbe un “messaggio di debolezza” e che non scenderà a compromessi se non per la “vittoria totale su Hamas”.

Netanyahu ha affermato – si legge su Haaretz – che “contrariamente a quanto dicono, la guerra continua su tutti i fronti” e ha promesso che continuerà fino a quando non saranno restituiti tutti gli ostaggi, Hamas sarà sconfitto e la Striscia di Gaza sarà smilitarizzata.

“Fermare la guerra senza raggiungere i nostri obiettivi danneggerà la sicurezza di Israele per generazioni, creerà un messaggio di debolezza e il prossimo massacro sarà solo una questione di tempo”, ha dichiarato il premier dello stato ebraico. Netanyahu ha aggiunto che Israele controllerà la sicurezza della Striscia di Gaza anche dopo la fine della guerra e controllerà tutto quello che vi entra.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

EDICOLA DIGITALE