Anna Rosalba Lazzaro

Tempo di lettura < 1 minuto

ROSARNO (REGGIO CALABRIA) – I carabinieri di Rosarno hanno arrestato Anna Rosalba Lazzaro, di 52 anni, madre di Maria Concetta Cacciola, la testimone di giustizia deceduta dopo aver ingerito acido muriatico.

LEGGI L’ARRESTO DEL PADRE DI MARIA CONCETTA

L’arresto è avvenuto in esecuzione di un’ordine di carcerazione emesso dalla Procura generale di Reggio Calabria per un’espiazione pena di 3 anni ed 8 giorni di reclusione. La donna è stata condannata, insieme al marito Michele Cacciola ed al figlio Giuseppe, per maltrattamenti ai danni di Maria Concetta per indurla a ritrattare le accuse fatte ai magistrati della Dda contro la sua famiglia ed i Bellocco.

Maria Concetta era nipote del boss Gregorio Bellocco, cognato di suo padre. Dopo avere iniziato a testimoniare, la donna era stata trasferita in una località protetta dove era rimasta fino al 10 agosto 2010, quando decise di tornare a Rosarno per rivedere i figli rimasti a casa dei nonni in attesa del trasferimento. Il 20 agosto Maria Concetta morì per ingestione di acido muriatico.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •