X
<
>

Il segretario del Pd Enrico Letta

Tempo di lettura 3 Minuti

ROMA – Anche il segretario nazionale del Partito Democratico, Enrico Letta, scende in campo al fianco di Antonio Scurati (e Roberto Saviano) nella vicenda del Festival di Ravello esplosa con lo scontro tra il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e l’ormai ex presidente della Fondazione, Scurati.

Il leader del Nazareno, infatti, ha deciso di scendere in campo questa mattina, 19 giugno, attraverso un tweet sul proprio profilo ufficiale con cui invita “permanentemente” Roberto Saviano e Antonio Scurati alla prossima Festa nazionale del Pd:

Una chiara presa di posizione del leader democrat a favore dei due scrittori che, pur senza citare il caso Ravello, appare inequivocabile, anche se più che gradimento sembra aver suscitato non pochi commenti negativi.

In particolare, i followers si sono divisi in due fazioni.

Da un lato chi ricorda a Letta che il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, è un esponente del partito Democratico, per cui piuttosto che invitare i due scrittori alla festa del Pd sarebbe stato meglio chiamare De Luca e sistemare la cose (“In un mondo normale il segretario del partito chiamerebbe il presidente di regione dello stesso partito per dirgli di chiedere scusa ai due e a tutti i cittadini italiani. Altrimenti a che serve?“, oppure “In realtà dovresti dire una parolina, almeno una, a proposito di un Presidente di Regione facente parte, parte importante, del partito di cui sei segretario…”).

Dall’altro chi, invece, contesta al segretario del Pd la necessità di occuparsi di altro: «Complimenti per come vi applicate per la soluzione dei problemi che affliggono oggi la nostra società e soprattutto i giovani, per come li curate e vi occupate del loro futuro» oppure «Sempre concentrato su temi decisivi per il popolo. Saluti».

Pungente, come sempre sui social, l’ironia delle risposte durante le quali non sono mancati affondi sulla partecipazione alla Festa del Pd: “Qualora don @VincenzoDeLuca bloccasse l’accesso a Ravello della pornostar @ValeNappi lei provvederebbe, subito, a invitarla alla Festa nazionale del @pdnetwork oppure no?” oppure “Così sarete in tre, ad ascoltarvi Ci saranno 4 gatti, ed il più giovane avrà 80 anni, e saranno pure rincoglioniti, poi che vi frega, di argomenti seri non ne avete! Quindi…. Grande festa” e all’azione politica di Letta: “L’inizio di un’altra grande giornata da segretario!

La vicenda legata al Festival di Ravello è letteralmente esplosa negli ultimi giorni dopo che il presidente, oggi dimesso, della Fondazione, lo scrittore Antonio Scurati, aveva previsto la realizzazione nell’ambito del Festival di alcuni incontri con protagonisti, tra gli altri il ministro Roberto Speranza e lo scrittore Roberto Saviano.

Questa decisione, però, non era stata gradita dal presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, e ne era scaturito un vero e proprio scontro (LEGGI) la cui evoluzione era passata per un attacco diretto dello stesso De Luca durante la sua tradizionale diretta Facebook del venerdì (LEGGI) per poi sfociare nelle dimissioni (con video polemico di Roberto Saviano) del presidente della Fondazione Antonio Scurati (LEGGI).

Ultima puntata della querelle (che si preannuncia non ancora chiusa) questa mattina quando i componenti del consiglio della Fondazione sono intervenuti con una nota ufficiale attaccando, a loro volta, l’ormai ex presidente Scurati (LEGGI)

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA