X
<
>

Rino Gaetano con il suo ukulele

Tempo di lettura 3 Minuti

CROTONE – Punterà soprattutto sull’ukulele, lo strumento utilizzato da Rino Gaetano nel 1978 per la sua esibizione sul palco di Sanremo, con Gianna, il ricordo tributo che il 2 giugno la fondazione a lui intitolata, “Una Casa per Rino” intende porgergli in occasione del 40° anniversario della sua morte.

SCOPRI LO SPECIALE: 40 ANNI SENZA RINO GAETANO

In una riunione, svoltasi lo scorso 20 maggio, nella Sala giunta della Provincia di Crotone, e convocata dalla Fondazione “Una Casa per Rino”, con la partecipazione della reggente della Fondazione Giusy Regalino accompagnata da Maria Teresa Sussurellu moglie di Giancarlo Sitra, il presidente della Lega Navale di Crotone Gianni Liotti, il maestro orafo Michele Affidato accompagnato da Antonio Affidato, e il dirigente Nicola Artese è stato definito un itinerario condiviso e per rendere fruibile l’ukulele di Rino Gaetano.

SCOPRI IL RITORNO IN CALABRIA DI RINO GAETANO, UN VIAGGIO ATTRAVERSO I SUOI TESTI

Ci sarà la presentazione alla città, il 2 giugno, del progetto che prevede, tra l’altro, la collocazione dell’ukulele presso la sede della Lega Navale di Crotone. Lo spazio espositivo, la bacheca di alloggiamento dell’ukulele, sarà curato e realizzato a titolo gratuito dal maestro orafo Michele Affidato.

LEGGI RINO GAETANO IN 40 NOTIZIE

Al termine della riunione è stato materialmente consegnato l’ukulele alla Provincia di Crotone che a sua volta lo girerà all’orafo Affidato per la custodia espositiva.

L’ukulele, che è tra gli strumenti più iconici della musica italiana, era stato acquistato dalla Provincia di Crotone nel 2003 per una raccolta fondi di Emergency, per la costruzione di un ospedale pediatrico in Sierra Leone. A donarlo per il nobile scopo, Anna Gaetano, sorella di Rino.

Nel corso degli anni, con recenti strascichi in seno anche al nuovo consiglio comunale, ci sono state contestazioni nell’assegnazione dell’ukulele di Rino, ma, soprattutto, sul fatto che in questi anni lo strumento non sia mai stato fruibile al pubblico.

La Fondazione “Una casa per Rino”, come scrive lo stesso organismo si è costituita «nell’alveo dell’omonimo progetto che la Provincia di Crotone ha promosso e fatto nascere sulla necessità di far emergere l’arte, i profondi messaggi e la particolare capacità di comunicazione del cantautore Rino Gaetano, nato a Crotone nel 1950 e prematuramente morto a Roma nel 1981, riuscendo a coinvolgere, in questa azione di riscoperta, autori, produttori, kermesse ed addetti ai lavori nonché media nazionali ed internazionali».

Tutte le manifestazioni ideate e realizzate prima nella Provincia e dopo dalla Fondazione «hanno sempre “prodotto” nuove e più ampie iniziative nazionali che hanno contribuito a collocare Rino Gaetano, come meritava, nell’olimpo dei più grandi e significativi autori della canzone italiana».

La Fondazione Una Casa per Rino che si è vista riconoscere questa azione dal Presidente della Repubblica Italiana e nel suo Cda contava Giancarlo Sitra, l’ideatore dello stesso progetto, Procolo Guida ed i rappresentanti della società civile, Giusy Regalino e Giovanna Alma Ripolo nonché il Carmine Talarico già presidente della Provincia di Crotone. Alla stessa Fondazione con apposite deliberazioni e determine dirigenziali è stato destinataria dell’Ukulele.

Oltre alla mera esposizione, la fondazione ha in programma «un percorso di individuazione e realizzazione Casa Museo all’aperto in memoria del cantautore crotonese Rino Gaetano con conseguente individuazione posa in mostra permanente dell’Ukulele  utilizzato dall’artista a Sanremo 1978, da noi già avviato». 

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA